Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Under 15‎ > ‎

PEDEMONTE - AVESA 5-0, RIALZIAMOCI IN FRETTA

pubblicato 23 ott 2011, 02:32 da Riccardo Parisato   [ aggiornato il 23 ott 2011, 02:44 da Alessandro Zamperini ]


Cronaca di una partita persa sotto tutti i punti di vista. L'Avesa insacca una sconfitta per 5-0 in quel di Pedemonte, era molto tempo che questo gruppo formato principalmente da '93 non prendeva 5 gol in una sola gara; anzi negli ultimi tre anni non è mai capitato. Il Pedemonte si è dimostrato avversario tosto ma non certo irresistibile. Voi vi chiederete; come fanno a non essere irresistibili dopo che ci hanno rifilato 5 gol? Semplice; il risultato è bugiardo. Ciò non significa che non abbiamo meritato di perdere,anzi la sconfitta è meritata e bisogna riconoscere la superiorità del Pedemonte ma la differenza non è stata così netta. Nel primo tempo formazione schierata con un 4-4-2 insolito con Spada in porta, Grechi - Rinaldi - Lupi - Cavallini in difesa, Gatti - Martignoni - Carantani - Parisato a centrocampo, Lui e Saccani in attacco.
Nel primo tempo c'è poco da segnalare: tanto possesso Pedemonte e Avesa che aspetta per ripartire.
Nonostante il molto palleggio il Pedemonte non chiama mai in causa Spada, grazie alla difesa che quest'oggi è stato il nostro punto di forza, fino al 35' quando una punizione da 40 metri finisce sul secondo palo e l'attaccante locale insacca con un tocco sottomisura.
L'Avesa prova a reagire ma fa molta fatica, l'unico vero tentativo è quello di Lui che viene lanciato a tu per tu con il portiere da Parisato dopo uno scambio ai 20 metri, tutto lo sforzo viene vanificato dal direttore di gara che ferma il gioco per un fuorigioco che è parso a tutti inesistente. Poteva essere l'1-1.
Riassunto di questo primo tempo: Pedemonte 1 tiro 1 gol , Avesa 0 tiri e 0 gol.
Secondo tempo che si apre con due cambi; fuori Carantani e Saccani, dentro Zanardelli e Vannini.
Squadra totalmente cambiata, più vogliosa di far risultato e aggressiva; in questo modo chiudiamo il Pedemonte nei propri 30 metri per quasi metà tempo ma la palla non vuole saperne di entrare vista anche la sfortuna quando Lui poco fuori l'area di rigore colpisce il palo.
La legge del calcio non perdona, gol sbagliato e gol subito: affondo sulla sinistra, palla al centro e rasoterra nell'angolino per il 2-0 che ci taglia definitivamente le gambe.
Da qui non ci rialzeremo più, prendiamo un altro gol con la difesa alta e l'attaccante che si invola a tu per tu con Spada che nulla può per il 3-0.
il 4-0 viene da un'ingenuità del nostro portiere che si fa sorprendere sul primo palo dopo un'uscita discutibile e il 5-0 con un destro dai 16 metri che si insacca sul secondo palo all'angolino.
L'ultima emozione la fornisce l'arbitro, con una prova ampiamente insufficiente, che macchia ancor di più espellendo Zanardelli ( 195 cm/93 kg ) prima punendolo con un cartellino giallo perchè non aveva la maglietta nei pantaloni e poi per un fallo dove colpisce nettamente il pallone mandandolo a 30 metri di distanza.

Il migliore in campo per la sponda Avesa è sicuramente Carlo Rinaldi, un muro che anche sul 5-0 non molla un centimetro.

ORA SOTTO CON IL PARONA, SPERIAMO CHE QUESTA SCONFITTA CI SERVA PER TORNARE GRANDI.
Comments