Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Under 15‎ > ‎

LaVetta-Avesa 3-0: come gettare al vento mesi di lavoro

pubblicato 22 mar 2014, 11:54 da Ferdinando Darra   [ aggiornato il 24 mar 2014, 01:13 da Alessandro Zamperini ]
La pesante sconfitta con il LaVetta rischia di compromettere il cammino verso le finali di campionato, quella vista a Domegliara e stata un Avesa senza idee e senza stimoli ma soprattutto svogliata, l’assenza di molti (troppi) titolari non può giustificare una partita così sotto tono, facendo parte di questo gruppo anche se con un piccolo ruolo marginale, la tendenza è sempre quella di giustificare in qualche maniera le prestazioni della squadra, oggi per trovare qualche giustificazione ci si dovrebbe arrampicare sugli specchi, però quando le cose vanno male ci si mette anche la sfortuna a darti una mano a cadere ancora più in basso, sto parlando del buon Zampieri torna tra i pali dopo mesi di inattività e nei primi minuti subisce un brutto fallo al ginocchio che ne compromette tutto il proseguo della gara. Ancora assente per squalifica Mister Napoleone affida la panchina al fido Modena che schiera: Zampieri, Dusi, Tosi, Miulo, Aprile, Parisato, Cavallini, Rossi, Landi, Fraizzoli, Borghi, panchina senza secondo portiere….. con Candelieri, Orlandi e Bighignoli. Le reti al 9° e al 43° pt e la terza rete allo scadere del st. Sostituzioni al 3° st Orlandi per Landi al 31° st Bighignoli per Cavallini al 41° st Candelieri per Dusi. Il LaVetta ha fatto la sua onesta partita vincendo meritatamente e l’Avesa è rimasto a “guardare” voto sufficiente solo per Aprile e Fraizzoli.
D.F.
Comments