Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Under 15‎ > ‎

La fortuna non ci assiste: Benaco - Avesa 3 - 3

pubblicato 20 nov 2011, 03:05 da Riccardo Parisato   [ aggiornato il 20 nov 2011, 03:26 da Alessandro Zamperini ]


19/11/2011, il giorno della verità, il giorno che aspettavamo da un po' di tempo, il giorno quasi perfetto.
In quel di Calmasino si scontravano le prime due della classe con il Benaco avanti di 3 lunghezze.
Mister Manzato conferma il 4-4-2 con il portiere Foti ( in prestito dalla prima squadra ) , Grechi - Rinaldi - Lupi - Cavallini in difesa, Gatti - Senna - Martignoni - Venturelli a metà campo, Lui e Vannini in attacco.
La partita inizia a ritmi elevati e l'Avesa chiude tutti i varchi al Benaco, prima Lui al 3' in girata e poi Vannini al 7' a lato di testa di pochissimo fanno ben promettere che da lì a poco possa arrivare la rete del vantaggio.
Detto fatto, ma nella porta opposta, al 12' contropiede del Benaco dove Foti nulla può contro i due terminali offensivi locali che si passano il pallone per poi insaccare a porta quasi sguarnita per l'1-0 assolutamente immeritato.
Bisogna aspettare la mezzora per vedere un'altra occasione da gol, quando Vannini sfrutta un errore del centrale del Benaco e si invola verso la porta, supera il portiere in uscita ma si allarga troppo e purtroppo l'azione di fatto sfuma.
Al 37' Lui conquista un corner da destra che lui stesso si incarica di battere, palla al centro, mischia furibonda con palla che viene messa infondo al sacco dall'intramontabile Gatti.

Nicolò Gatti FOTO. NICOLO' GATTI, IL NOSTRO PENDOLINO NON SI FERMA PIU', 5 GOL NELLE ULTIME 4 PARTITE.

L'Avesa continua a pressare e al 41' Lui sguscia via tra due avversari, entra in area da solo ma il suo diagonale mancino esce incredibilmente di un soffio alla destra del portiere locale.
Come successo in precedenza; al gol sbagliato, gol subito: al 44' calcio d'angolo per il Benaco, palla messa fuori da Foti, un giocatore riprende il pallone e lo allarga sullo stesso battitore del corner in evidente posizione di fuorigioco, palla al centro e gol per il 2-1 tra le protesta di tutta la squadra rosso-blù.
Finisce qui il primo tempo con il Benaco che con 2 tiri e 2 gol va al riposo in vantaggio.
Ad inizio ripresa Mister Manzato effetta due cambi: fuori Lupi e Senna (infortunatosi ad una mano), dentro Corsi e Carantani.
Il Benaco decide di aspettare l'Avesa che a sua volta spinge per cercare il pareggio, al 53' Grechi su punizione dai trenta metri non trova di poco il bersaglio con una staffilata.
Venturelli e Gatti arrivano sul fondo delle rispettive fasce, ma i cross alti da loro effettuati sono tutti a favore della retroguardia locale , allora Venturelli ha la magnifica idea di arrivare per l'ennesima volta sul fondo e mettere la palla rasoterra dove sul primo palo si avventa Lui che riesce ad anticipare il diretto avversario e infilare la palla dentro. è il 71' , Benaco 2 Avesa 2.

Matteo Lui FOTO. MATTEO LUI, PROPIZIA L'1-1, SEGNA IL 2-2 , FA ESPELLERE UN AVVERSARIO. NON SI PUO' CHIEDERE DI PIU'.
 
Partita finita? Nemmeno per idea.
Manzato fa scaldare Saccani e lo fa entrare per un buon Vannini a cui è mancato solo il gol.
All' 83' lancio lungo dalla difesa, Gatti prolunga la sfera, si avventa Saccani che con il collo destro mette la palla all'incrocio dei pali per il 2-3 con l'esplosione di gioia di tutta la panchina avesana e dei tifosi ospiti.

Riccardo Saccani FOTO. RICCARDO SACCANI, BASTANO POCHI MUNUTI PER TROVARSI IN PARADISO. SUO IL MOMENTANEO 3-2.

All' 85 sembra arrivare la svolta, Lui semina tre avversari e viene steso dal quarto mentre andava in solitaria verso il portiere, cartellino rosso e Benaco in 10.
Tutto ciò non basta perchè al 90' l'arbitro assegna una generosa punizione dai 25 metri ai padroni di casa per una spinta di Corsi, palla al centro dove lisciano un po' tutti e sul secondo palo irrompe un giocatore locale per il definitivo 3-3.
Da sottolineare come sull'azione di questa rete ci sia stato un netto fallo sul portiere Foti che viene colpito con un calcio in bocca, per poi rimanere atterra infortunato; al suo posto per i 2 minuti di recupero entra Procacci.
A fine gara il numero 1 dell' Avesa perde conoscenza e viene portato in ospedale per accertamenti.


Come sempre bisognerebbe eleggere il migliore in campo, ma oggi è impossibile trovare un giocare superiore agli altri, perchè è stata la forza del gruppo e la determinazione dello stesso a farci disputare una grandissima partita.

Usd Avesa HSM : Juniores Stagione 2011 - 2012

La settimana prossima ci aspetta la partita contro il Borgo Trento, squadra che ha appena 2 punti in classifica ma da non sottovalutare. Se giochiamo come con la capolista andremo MOLTO lontani. Forza ragazzi, forza Avesa!


Comments