Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Under 15‎ > ‎

La fine di un sogno: Avesa - Benaco 3 -4

pubblicato 1 apr 2012, 05:37 da Riccardo Parisato   [ aggiornato il 1 apr 2012, 05:40 da Alessandro Zamperini ]



Finisce qui la possibilità di andare a vincere il campionato, causa la sconfitta immeritata per 4-3 nei confronti della capolista Benaco.
5 assenze importanti condannano l'Avesa a perdere anche l'imbattibilità casalinga, ma non può essere certo questa una scusa per il risultato che ripetiamo, è bugiardo.
Il Benaco si conferma squadra cinica, segnando 3 delle 4 reti su calcio piazzato e non avendo poi altre palle gol a disposizione ad eccezione del tiro da pochi metri fallito dal n.10 ospite a porta praticamente vuota.
Il Benaco passa in vantaggio sugli sviluppi di una punizione defilata che lo sfortunato Corsi devia nella propria porta.
L'Avesa trova il pareggio con la gran rete di Zanrossi che mette nell'angolino col sinistro.
Un nuovo calcio di punizione ci condanna al 1-2 con l'attaccante avversario che anticipa Spada di testa.
Il 2-2 lo firma Gatti, sfruttando al meglio l'assist dalla trequarti di Parisato, mettendo la palla a fil di palo.
Il Benaco trova il 2-3 grazie al classico "gol della domenica" con una staffilata di sinistro del n.4 che va ad infilarsi all'incrocio dei pali con Spada incolpevole.
L'Avesa prova a spingere ma il Benaco regge bene, fino a quando a metà ripresa Spada nulla può sulla silurata su punizione del giocatore ospite che trova così il 2-4.
Da quì in poi c'è solo l'Avesa, Rinaldi da pochi metri non riesce ad insaccare, poi Lui si fa parare il rigore che a 10' dalla fine avrebbe potuto riaprire la gara, ma si fa perdonare al 92' con una gran botta all'incrocio per il 3-4.

Comments