Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Under 15‎ > ‎

Gargagnago - Avesa HSM 1-2 l'Avesa vince ma.....

pubblicato 12 ott 2013, 13:59 da Ferdinando Darra   [ aggiornato il 13 ott 2013, 01:35 da Alessandro Zamperini ]
Pietro Rigo
Paolo Cavallini
L'Avesa vince ma non convince.
Terza di campionato primo vero test per i ragazzi di mister Napoleone: Rigo, Prando, Tosi, Miulo, Parisato, Orlandi, Guerra, Rossi, Gatti, Candelieri, Borghi a disposizione Lamonea, Bergamaschi, Dusi, Landi, Cavallini. Test superato, ma quanta fatica. L’Avesa inizia cercando di impostare il proprio gioco ma un buon Gargagnago risponde colpo su colpo, almeno tre le occasioni nitide per l’Avesa di passare in vantaggio nel primo tempo ma per i vari Borghi, Gatti e Guerra oggi non è giornata, non va meglio agli avversari che non si rendono mai pericolosi vicino ai pali di Rigo, si va al riposo con uno 0 a 0 che forse accontenta più il Gargagnago che l’Avesa. Nel secondo tempo la musica cambia al 5° minuto con il Gargagnago che passa in vantaggio, il Mister sostituisce Candelieri con Cavallini per rivitalizzare uno spento attacco, mossa azzeccata, dopo qualche minuto l’arbitro concede un generoso rigore all’Avesa per fallo di mano in area del numero 5 avversario, fallo di mano francamente involontario ma come diceva il Maestro V.B. “rigore è quando arbitro fischia” Cavallini si incarica della battuta e al fischio del direttore di gara infila la palla nel sette alla sinistra del portiere , 1 a 1 e palla al centro. Siamo al 20° quando Guerra per l’ennesima volta e costretto ad uscire dal campo dopo un duro contrasto con un avversario, entra Bergamaschi. Il Gargagnago sembra prendere le redini della partita obbligando i ragazzi dell’Avesa a qualche fallo di troppo, saranno tre alla fine gli ammoniti Prando, Rossi e Borghi, al 35° altra sostituzione Landi per Gatti , come a volte succede per quelle strane leggi di compensazione l’arbitro fischia contro l’Avesa un più che dubbio rigore al 40° , sembra tutto perduto , 5 minuti al termine, rigore per l’avversario e invece….. grande Rigo che indovina la traiettoria del rigore e para salvando il risultato, gli ultimi minuti di gioco sembrano più tamburello che football, l’arbitro concede 4 minuti di recupero e al 92° Landi butta in avanti un pallone della disperazione Cavallini ci crede e va a saltare di testa a tu per tu con il portiere all'altezza del dischetto, il portiere tocca la palla rimandandola sulla testa di Cavallini che questa volta alza la traiettoria scavalcando l’avversario e siglando 1-2 per l’Avesa , passano i secondi ultimo cambio Dusi per Borghi e finalmente arriva il triplice fischio , ottimi i tre punti per l’Avesa, ma onore delle armi al Gargagnago.
D.F.
Comments