Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Senza titolo‎ > ‎

Avesa H.S.M. - Fane 7-0 : l'Avesa c'è

pubblicato 6 ott 2013, 01:43 da Ferdinando Darra   [ aggiornato il 7 ott 2013, 08:21 da Alessandro Zamperini ]
Nel posticipo di campionato sotto i riflettori della Strada del Casalino l’Avesa archivia la pratica Fane con un rotondo 7-0. Anche in questa gara la truppa di mister Napoleone fa valere la legge del più forte Rigo, Prando, Tosi, Miulo, Parisato, Orlandi, Guerra, Rossi, Gatti, Candelieri, Borghi, in panchina Aprile, Dusi, Squarzoni, Landi iniziano dal primo minuto con folate offensive al 3° e al 5° già due buone occasioni per Guerra e Gatti di passare in vantaggio, vantaggio che arriva al 13° con Gatti che ruba palla nella trequarti avversaria entra in area e fulmina l’incolpevole portiere del Fane. Continua ad attaccare l’Avesa non arrivano altri gol fino al 41° quando Miulo a pochi passi dal cerchio di centro campo in un momento di lucida follia si sistema il pallone e lo scaglia verso la porta avversaria segnando il più classico degli Eurogol, meritati gli applausi della tribuna e dei compagni. Si va verso la fine del primo tempo, ma un minuto prima del duplice fischio Borghi firma la 3^ rete per i padroni di casa.

Dopo il riposo, si riprende con l’Avesa alla ricerca del gol e il Fane che non sa che pesci pigliare, all’11° ci prova Orlandi con una punizione dal limite che sfiora di poco lo specchio della porta, prima della rimessa in gioco del pallone c’è una sostituzione dell’Avesa, esce capitan Parisato leggermente dolorante ad una gamba per lasciare il posto a Dusi e la fascetta di capitano a Rossi, riprende il gioco e il numero 2 del Fane combina un guaio facendo fallo nella propria area, rigore per l’Avesa ed espulsione per il difensore, purtroppo Rossi sbaglia il rigore andando a colpire la rete di recinzione invece di quella della porta, Avesa che rimedia dopo un minuto con una azione veloce che porta Guerra a siglare la 4^ rete, al 14° esce Borghi per lasciare il posto a Squarzoni , il tempo di riprendere i gioco e il Fane commette un altro plateale fallo da rigore senza altri provvedimenti da parte dell’arbitro Prando mette la palla sul dischetto e insacca il 5 a 0 dell’Avesa, al 19° ammonizione molto dubbia ad Orlandi per un piccolo contatto con l’avversario in centro campo, si arriva al 26° con Squarzoni che parte in un veloce contropiede per andare a siglare la 6^ rete e al 29° con Gatti che dopo aver segnato la prima rete della gara mette il sigillo anche sulla 7^ , al 31° sostituzione di Guerra che lascia per Landi.
Note : tempo umido, Rigo annoiato
D.F.
Comments