Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Esordienti 2006‎ > ‎

Cuore e fango

pubblicato 18 mar 2018, 00:31 da Unione Sportiva Avesa HSM
La VI partita di campionato per gli esordienti 2006 contro i pari età dell'Ambrosiana si è giocata ieri, sabato 17/3, su un terreno che più che a un campo da calcio assomigliava ad una enorme pozzanghera di fango.
Con una formazione fortemente rimaneggiata Mr. Luca deve reinventarsi centrocampo e attacco. Come è nostra consuetudine, noi partiamo con la calma di un trattore diesel di prima generazione, mentre i nostri avversari subito ci aggrediscono a tutto campo, ci difendiamo ma non riusciamo a ripartire, questo sarà il leitmotiv di tutta la partita. Le palle che i nostri centrocampisti riescono a giocare si contano sulle dita di una mano. L'Ambrosiana non sfrutta le fasce e attacca perlopiù per vie centrali impegnando costantemente i nostri difensori Martino e Thomas, il quale sarà autore di una gara stoica, ed anche Paolo costretto a salvarci in più di un'occasione.
Sentiamo costantemente la mancanza di un centrocampo che faccia da filtro, che spezzi il gioco avversario e nessuno dei nostri mediani  in campo oggi ha queste caratteristiche, adatti soprattutto alla fase d'attacco. Nonostante questo giochiamo con grande cuore, subiamo solo un gol per tempo ( 1-0, 1-0, 1-0), contro una squadra di caratura superiore e con noi fortemente rimaneggiati.
Dal secondo tempo in poi proviamo ad alzare il baricentro, cercando fortuna in attacco, ma veniamo spesso presi in contropiede, ed è qui che inizia la vera partita di Thomas,  in trance agonistica ferma gli avversari con innumerevoli scivolate, spazza via, blocca i tiri ma soprattutto lotta costantemente con un attaccante della sua stazza e dotato di tecnica, velocità e loquacità (probabilmente una delle più belle partite della sua carriera). Da sottolineare la scivolata che dopo aver corso per una una ventina di metri tagliando il campo, si getta in scivolata (al limite del regolamento) portando via pallone, gambe e tutto quel che si trovava sulla sua strada, facendo esultare i tifosi e meritandosi le congratulazioni di tutti i suoi compagni alla fine del tempo.
Due righe vanno spese anche per i giocatori prestati dai 2007, i quali hanno fatto sicuramente una dignitosa figura, su un campo più grande di quello a cui erano abituati, contro una squadra forte, in una partita difficile,  si sono gettati nella mischia senza paura. Molto bravi.

S.R.


Comments