Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Esordienti 2005‎ > ‎

UNA BEFFA in campionato: Bussolengo - Avesa 2-8 e abbiamo perso!!

pubblicato 8 mag 2013, 03:35 da Unione Sportiva Avesa HSM   [ aggiornato il 8 mag 2013, 03:35 da Alessandro Zamperini ]


Dal nostro inviato Giovanni Vignola

Vi chiederete come è possibile?

Questo è stato lo score:

BUSSOLENGO vince due tempi – AVESA HSM vince un tempo. Sconfitta 2-1 a tempi e vittoria, 2-8 a goals.

I parziali: primo tempo 1-0, secondo tempo 0-8, terzo tempo 1-0.

Il primo tempo è stato giocato in una sola metà campo, con una superiorità di gioco indubbia. La nostra squadra ha effettuato trame di gioco veramente notevoli, evidenziando una netta superiorità, senza evidentemente concretizzarla in fase realizzativa. Il Bussolengo ci ha colpito con un’azione personale del loro giocatore fisicamente più dotato alla fine del primo tempo. L’azione del loro gol è partita da un evidente fallo laterale non fischiato dall’arbitro. La nostra squadra ingenuamente si è fermata ed è stata trafitta con una bella azione personale. Unico tiro in porta del Bussolengo. Errore di ingenuità perché come diceva il saggio BOSKOV:” rigore è se arbitro fischia, se no non è rigore!”.

Dopo una giusta e grande arrabbiatura del nostro Coach, che ha dato una scossa alla squadra, il secondo tempo è stato senza storia 8-0: 2 gol di Enrico, 4 di Beppe Nicolò, 1 di Cerpelloni e 1 di Migliorini. Tutte belle realizzazioni in particolare il gol di Migliorini con un gran tiro dalla distanza eil gol di Ghedini con una bellissima azione corale di prima da manuale del calcio!

Il terzo tempo vedi il primo: traversa di Cerpelloni, salvataggi sulla linea, numerose parate del loro portiere… nostro errore difensivo gol del Bussolengo! L’arbitro, che era il loro allenatore, ha fischiato con 5 minuti di anticipo. In definitiva: sconfitta! Una Beffa!

La squadra ha complessivamente giocato una buona partita, contro un avversario complessivamente meno forte ma più cinico. Il nostro limite è stato quello di non concretizzare le numerose occasioni da gol. Limite evidenziato anche in altre partite. Serve un po’ di decisione e concretezza in fase realizzativa.

Anche nella fase difensiva contro avversari dotati fisicamente, veloci e con lunghe leve, la difesa troppo alta ha prestato il fianco ad azioni di contropiede pericolose, anche se obiettivamente due errori in una partita ci possono anche stare.

In conclusione perdere una partita così brucia un bel po’. La squadra c’è e gioca bene, con un po’ di concretezza in più non c’è ne per nessuno!

G.V.


Comments