Calcio‎ > ‎Blog Calcio‎ > ‎Calcio Allievi‎ > ‎

LA PARTITA DEL CUORE: I REDUCI DI WATERLOO!

pubblicato 21 feb 2012, 12:39 da Angelo Rubino   [ aggiornato il 19 ott 2015, 03:03 da Alessandro Zamperini ]
 
Ci siamo ritrovati dopo solo poche partite a rincontrare i ragazzi dell'Olimpia Stadio, battuti solo il 4 dicembre scorso per 2-1, in un incontro che sarebbe stato anche giusto fosse finito in parità. Oggi però ci ritroviamo solo in 12, quindi con un solo cambio per Mister Zanrossi, e con alle spalle una sosta lunga quasi due mesi (a parte una partita giocata il 29 gennaio). Aggiungi che ieri (sabato ndr) il Giò ha giocato tutta la partita con la Juniores, Zeno è squalificato e tanti sono in pista in montagna a sciare per il ponte di carnevale e il quadro è completo: quelli rimasti sembravano i reduci di Waterloo alla fine della battaglia, quando i francesi furono travolti dalle armate della coalizione. Partita persa per 4-0 quindi, ma con un risultato assolutamente bugiardo, dato che il primo tempo si era concluso sull'1-0 con gol preso solo ad un minuto dalla fine, ma avendo lottato come leoni su ogni pallone. Si rientra in campo con Angelo che chiede il cambio per infortunio e quindi Onga va in porta con Pietro centravanti, che rischia anche di pareggiare la partita. Anche Defo si mangia un gol solo davanti al portiere e qui i ragazzi cominciano a dare segni di sconforto oltre che di stanchezza. Prendiamo altri tre gol (uno su autorete e l'ultimo a tempo abbondantemente scaduto), usciamo dal campo stravolti dalla stanchezza (bastava vedere in faccia il Giò...  che non si è risparmiato il giorno prima con gli Juniores) ma a Testa Alta: bravi ragazzi avete onorato la maglia biancoazzura del centenario! Complimenti ai reduci: mai domi, loro hanno vinto la partita del cuore, quella persa l'hanno persa gli assenti! Grazie all'Olimpia per la sportività dimostrata.
Comments